9:00 - 19:00

Dal Lunedi al Venerdi

FacebookTwitterLinkedin

Search

06 4782 3397

Chiamaci senza impegno

L’inadempimento deve essere importante anche nelle locazioni commerciali-Studio Legale Gelsomina Cimino

Con una recentissima sentenza il Tribunale di Torino è intervenuto a dirimere una controversia relativa alla risoluzione di un contratto di locazione avente ad oggetto un immobile con destinazione commerciale, con sanatoria della morosità in data successiva alla notifica..
In questo contesto il Tribunale adito osservando l’inapplicabilità al caso prospettato del criterio legale di predeterminazione della gravità dell’inadempimento ex art. 55 l.n. 392/1978, aderisce al filone giurisprudenziale secondo il quale sussiste la necessità di valutare in concreto, ai sensi dell’art. 1455 c.c., se l’inadempimento del conduttore sia stato o meno di scarsa importanza, anche alla stregua del comportamento del medesimo successivamente alla proposizione della domanda (Cass. Civ. Sez. III , 20.1.2017 n. 1428); ovverosia se l’inadempimento sia stato o meno idoneo a ledere in modo rilevante l’interesse contrattuale del locatore, sconvolgendo l’intera economia del rapporto ed a determinare un notevole ostacolo alla prosecuzione del medesimo.
Applicando detti principi di diritto al caso in esame il Tribunale ha valutato il ritardo come “non colpevole” e quindi di “scarsa importanza”, tanto da rigettare la domanda di risoluzione contrattuale.

No Comments

Leave a Comment

Vai alla barra degli strumenti